Normativa

La realizzazione di un impianto idrico è disciplinata da una normativa cui è sempre necessario fare riferimento, sia per le nuove costruzioni che per quelle esistenti, da modificare o integrare.

Anche gli impianti idrici e sanitari di qualsiasi specie sono infatti regolati sotto tutti gli aspetti dal Decreto Ministero dello Sviluppo Economico n. 37 del 22 gennaio 2008 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 61 del 12-3-2008), che ha sostituito la legge 46/1990. Questo decreto si applica agli impianti posti al servizio degli edifici, indipendentemente dalla destinazione d’uso di questi, collocati all’interno degli stessi o delle relative pertinenze. Se l’impianto è connesso alle reti di distribuzione (come appunto quello idrico) la norma si applica a partire dal punto di consegna della fornitura. Il Decreto Sviluppo n. 37 del 22 gennaio 2008 precisa che le imprese realizzano gli impianti secondo la regola dell’arte, in conformità alla normativa vigente, e sono responsabili della corretta esecuzione degli stessi. Per estensione, quindi, tutti gli impianti che sono realizzati in conformità alla normativa vigente e alle norme Uni, Cei o di altri Enti di normalizzazione, appartenenti agli Stati membri dell’Unione Europea o che sono parti contraenti dell’accordo sullo spazio economico europeo, sono da considerarsi eseguiti secondo la regola dell’arte.



Materiali utilizzati

Per realizzare gli impianti sanitari, Impresa Edile Bosso si avvale di

  • Carico in multistrato a graffiare Henco con raccordi in ottone
  • Scarico in Geberit ad innesto
  • Rubinetterie e miscelatori Ideal Standard, Hansgrohe Grohe Teorema
  • Boiler a gas Rinnai
  • Sanitari Ideal Standard Pozzi Ginori, Dolomite, Rocca

Per quanto concerne, invece, la realizzazione di impianti termici, l’azienda seleziona le proposte migliori del settore, tra cui:

  • Impianto a pavimento Rotex e Giacomini
  • Caldaie Imergas Bongioanni e Baxi
  • Valvole termo Giacomini e Caleffi
Share by: